Raccolta fondi Casa Marcella

 

 “Se ci troviamo ai margini, costrette in un angolo,
non è colpa nostra. 
È colpa della società civile 
che ci nega uno spazio di vita” – Marcella Di Folco

      

Continua la campagna di crowdfunding per Casa Marcella

Ancora due mesi per partecipare alla raccolta fondi e aprire la prima casa rifugio per persone trans* e non binarie 

 

18/08/01 TORRE DEL LAGO  – “Abbiamo deciso di posticipare la chiusura della campagna di crowdfunding su Produzioni dal basso: ancora due mesi quindi, per donare e far donare”. Annunciano così Regina Satariano, responsabile del Consultorio Transgenere di Torre del Lago e Mia Tarulli, portavoce del progetto Apriamo Casa Marcella. 

La prima casa rifugio per persone trans* e non binarie in Italia, è il progetto delle associazioni Consultorio Transgenere (Viareggio – LU) e Nelumbo (PI), dedicato alla memoria di Marcella Di Folco, attivista e politica trans, storica presidente del MIT (Movimento Identità Trans), scomparsa nel 2010. Un luogo di accoglienza temporanea per persone trans* e non-binarie, che non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita e per questo sono vittime di discriminazioni e violenze. 

L’appartamento si trova in Toscana ed è stato assegnato dalla Regione Toscana ed è stata assegnata al Consultorio Transgenere, con la partnership dell’Associazione Nelumbo, ma necessita di importanti lavori di ristrutturazione. Per finanziarli è stato avviato il crowdfunding: “In due mesi di attività sono stati raccolti oltre 12.000 euro, un risultato positivo ma purtroppo non sufficiente – aggiungono -. L’urgenza del progetto però non è venuta meno e per questo dobbiamo andare avanti. Si è creata inoltre attorno al progetto una comunità coinvolta e partecipe, costituita anche da persone giovani e giovanissime, che avrebbero bisogno già ora di spazi sicuri per abitare e vivere”. “Fino al 19 ottobre sarà possibile quindi continuare a donare dalla piattaforma. Prevediamo anche una serie di eventi in presenza, per raccogliere fondi che confluiranno nella campagna su Produzioni dal basso”. 

Cogliamo poi l’occasione per annunciare la collaborazione con Pinkriot Arcigay Pisa, una delle realtà associative più attive e riconosciute sul territorio per il mondo LGBTQIA+, da subito vicina al progetto di Casa Marcella. “Da anni c’è un rapporto di vicinanza e amicizia che ci lega”, spiega Regina Satariano, “sappiamo di poter condividere valori, obiettivi, esperienze. Questa nuova collaborazione su un progetto così importante è per noi una spinta a proseguire con ancora più impegno”. 

“Casa Marcella è un progetto tanto ambizioso quanto necessario” dichiara Junio Aglioti Colombini referente politiche trans* di Pinkriot Arcigay Pisa “le soluzioni abitative sono il primo passo per i percorsi di autonomia delle persone Trans* e non-binarie e purtroppo da anni siamo costrette a misurarci con gli strumenti limitati di un sistema che per noi non prevede progetti specifici di accoglienza. Casa Marcella è un primo, indispensabile, passo verso la piena cittadinanza di questa parte dell nostra comunità.”

 

Due mesi di campagna: una rete in espansione

In questi primi due mesi di campagna sono molte le realtà imprenditoriali e associative, singole professionist° che hanno deciso di devolvere parte o tutto il ricavato di alcuni loro prodotti e servizi, a Casa Marcella. Ricordiamo la casa editrice Edizioni Minoritarie, che ha recentemente pubblicato gli scritti e gli interventi di Sylvia Rivera e Marsha P. Johnson nel libro S.T.A.R. (Azione Travestite di Strada Rivoluzionarie). Il brand eclettico T-Squirt, che di mestiere si occupa di abbigliamento, accessori, culture e piaceri, ha creato la t-shirt e la borsa “Proud to be fabolous”. Ecco quindi Dreamer whale boxes, che realizza scatole a sorpresa per persone sognatrici amanti di libri e ha dedicato a Casa Marcella le “LoveSelf” box, ovvero le scatola di giugno. Ci sono poi le illustrazioni e i servizi professionali di Strasaffic_a e il webinar di Ashtanga Yoga a cura di Divine Van De Kamp. Infine, la designer Roberta Vita, ha disegnato per Casa Marcella una t-shirt e una borsa, in edizione limitata, con un originale e personale ritratto di Marcella Di Folco. 



—————–

Instagram: https://www.instagram.com/casa_rifugio_marcella/
Facebook: https://www.facebook.com/CasarifugioMarcellaDiFolco

contatti: Responsabile Consultorio Transgenere – Regina Satariano 337253346
portavoce e fundraiser: Ass. Nelumbo – Mia Tarulli 3247444083
ufficio stampa: Cinzia Colosimo 3474118980
Pinkriot Arcigay Pisa: Junio Aglioti Colombini

Presentazione del libro “Sconvolti-Viaggio nella Realtà Trans*”

 

Nella giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia, Pinkriot Arcigay Pisa e Glauco presentano il libro Sconvolti – Viaggio nella realtà transgender delle psicologhe psicoterapeute Chiara Dalle Luche e Roberta Rosin.

Interverranno:
Chiara Dalle Luche, Autrice
Regina Satariano, Presidente Consultorio Transgenere
Daniele Serra, Presidente Pinkriot Arcigay Pisa
Junio Aglioti, Presidente Glauco

—-

Scheda del libro

“Siamo capaci di credere, comprendere e sostenere al di là degli stereotipi e dei pregiudizi?”

Sara e Andrea, due vite, un viaggio!

Alla ricerca dell’identità a cui si appartiene: difficile da vivere e che non collima con l’immagine di se stessi riflessa allo specchio.
Un percorso vissuto nella necessità di essere creduti e riconosciuti, disposti a tutto pur di essere se stessi, trasportando un bagaglio doloroso, denso di paure e di aspettative per un futuro diverso dentro e fuori di sé.
Chiara e Roberta, terapeute, ma prima di tutto compagne di viaggio che hanno saputo ricomporre frammenti di vita attraverso la fiducia, la comprensione ed il sostegno, varcando la frontiera degli stereotipi e dei pregiudizi, mettendo spesso in discussione i criteri stessi attraverso i quali si guarda alla realtà delle cose.

SCONVOLTI racconta di una preparazione al futuro attraverso un passato conosciuto ma spesso rinnegato, accettando la “perdita” come inesorabile compagna, rivelatrice di quanto per ciascuno sia importante saper riconoscere ciò che è necessario da ciò che fa da contorno.
Punto di arrivo del viaggio transgenere è quello di “sentirsi nuovo senza aver perso tutto”.

SCONVOLTI è un libro di frontiera, una sfida rivolta a tutti, scava attraverso credenze e valori apparenti, li mette in discussione e li sconvolge!

SCONVOLTI è per le persone di genere, per le persone di ogni genere, e per ogni genere di persona…