TDOR 2021 – PISA

Sabato 20 novembre le associazioni trans nazionali hanno convocato una grande Trans Freedom March Nazionale.Per chi non avesse modo di partecipare, Pinkriot Arcigay Pisa, Associazione Consultorio Transgenere e Casa Marcella promuovono un presidio anche a Pisa per Sabato 20 Novembre 2021 ore 18:00 in Largo Ciro Menotti.

Il #TDOR è la ricorrenza annuale dedicata al ricordo e alla memoria delle vittime di odio e violenza transfobica.

I dati dell’annuale report stilato dal TGEU (https://www.facebook.com/TGEUorg/) restituiscono una situazione drammatica per le persone trans* e non binary di tutto il mondo, una violenza crescente (+7% di omicidi motivati da transfobia rispetto al 2020) che non possiamo osservare con preoccupazione, specie in un’Italia che non più di qualche settimana fa ha bocciato una legge sui crimini d’odio nei confronti delle persone LGBTQIA+ dopo un dibattito parlamentare in cui l’identità di genere è stata attaccata e mortificata in ogni modo possibile.

Come ogni 20 novembre ci stringiamo intorno alla nostra comunità per piangere le sorelle trans* che non ci sono più e, con forza, ricordarci per cosa e per chi continueremo a combattere.L’associazione metterà a disposizione delle candele ma invitiamo ognun* a portarne.Le associazioni o realtà che volessero aderire possono farlo via email scrivendo a pisa@arcigay.it.

Vi invitiamo inoltre a diffondere e ad aderire alla manifestazione nazionale: https://www.facebook.com/transfreedomtorino

Obiettivo raggiunto e superato, un successo la raccolta fondi per Casa Marcella!

 

Obiettivo raggiunto e superato, un successo la raccolta fondi per Casa Marcella

 

Determinante il contributo della Fondazione Burlon e il sostegno di 400 persone
Il progetto di casa rifugio per persone trans* e non binarie in Toscana delle associazioni Consultorio Transgenere e Nelumbo, può ora entrare nella fase di avvio dei lavori

 

03/11/21 La campagna di raccolta fondi per Casa Marcella è stata un successo e si è conclusa con un totale di 52.958 euro. A far raggiungere e superare l’obiettivo è stata la donazione della Fondazione Marcelo Burlon, ideata e creata dal celebre stilista, che ha devoluto 35.963 euro per il progetto.

siamo prontə da tempo. Adesso ci sentiamo anche meno solə

Il contributo della Fondazione Marcelo Burlon, erogato direttamente al Consultorio Transgenere, è stato determinante per l’esito della campagna e per farci superare l’obiettivo (40.000 euro). «È difficile dare le belle notizie quando la vita ti offre tante ingiustizie», commentano le portavoce di Casa Marcella Regina Satariano e Mia Tarulli. «Il giorno in cui Marcelo Burlon ci ha comunicato la sua intenzione di voler donare questa cifra al nostro progetto, per noi è stato un bellissimo choc. Abbiamo impiegato un po’ per realizzare che stava davvero accadendo. Come persone e come gruppo che porta avanti il progetto, ci sentiamo pienə di gratitudine e sì, anche di speranza. Entriamo in una nuova fase, grazie a questa donazione che riconosce il bisogno e l’urgenza di Casa Marcella. Il sostegno della Fondazione Marcelo Burlon per noi significa poter fare di più per ridurre le disuguaglianze e poterlo fare più rapidamente».  

Il primo contatto con la Fondazione è stato in occasione della performance di Arca trasmessa in streaming lo scorso 27 settembre. L’iniziativa, promossa da C2C Festival – uno dei festival di musica avant-pop più rinomati al mondo – e Fondazione Marcelo Burlon, è stata importante anche per il suo valore culturale, oltre al concreto aiuto che ha rappresentato per noi.  Un incredibile melting pot virtuale ha infatti raccolto l’invito a guardare il film pagando un biglietto che è stato devoluto a Casa Marcella. Alle 21 ora locale, ben 7.619 persone da 34 nazioni si sono collegate alla piattaforma Dice per assistere al progetto artistico diretto da Weirdcore, registrato a Ibiza lo scorso agosto. 

“Poter contribuire a migliorare il presente ed alleggerire il futuro di persone trans in difficoltà è per me e per la mia fondazione un onore e un’urgenza”, commenta Marcelo Burlon, presidente dell’omonima Fondazione. “È importante compiere un passo in avanti, soprattutto considerando tutti i problemi della contemporaneità. Sono felice di essere stato un sostegno per Casa Marcella e conto di esserlo anche in futuro. Bisogna agire, bisogna farlo subito, non si può aspettare ancora per il cambiamento”. 

Il crowdfunding su Produzioni dal basso

Il successo di questa campagna si deve anche alla partecipazione di 407 persone che hanno aderito al crowdfunding su Produzioni dal basso, che si è chiuso con 16.345 euro. Milano, Roma, Bologna, sono le città che hanno espresso il maggior numero di donazioni, seguite da Firenze, Torino, Genova e Lucca. La fascia di età più coinvolta è stata quella tra i 18 e i 34 anni, in assoluto la più presente sulla nostra pagina di progetto e sui canali social. A questa somma si è aggiunto il contributo della piattaforma T-Squirt e di PTRCRS, il brand emergente dello stilista Christian Petrini, che oltre ad aver disegnato una linea di t-shirt il cui ricavato è stato devoluto a Casa Marcella, è stato ambasciatore della campagna, instancabile, presente, il suo lavoro ha permesso di dare un respiro più ampio al progetto. 

Un abbraccio allargato

Regina Satariano è la Presidente del Consultorio da quasi 15 anni, lì dove arrivano le richieste di aiuto da persone trans* in difficoltà: «Ricordo il dolore di non aver potuto fare niente, in molti casi, e poi la scintilla, lo scatto che mi ha portato ad agire. Gli sforzi, il lavoro, l’impegno, sono oggi ripagati da questo risultato». 

Da parte sua e di tutto il gruppo di lavoro di Casa Marcella: «Desideriamo ringraziare singolarmente le 407 persone che hanno partecipato al crowdfunding e le oltre 4.000 che ci seguono sui social e ci hanno fatto sentire il loro affetto e vicinanza. Grazie al MIT, a Pinkriot Arcigay Pisa con cui abbiamo stretto una nuova collaborazione; a tutte le realtà – liberə professionistə, associazioni, imprese – che hanno fatto un pezzo di strada con noi, e anche a tutte quelle persone che non hanno potuto donare – pensiamo alle più giovani – ma hanno invitato altri a farlo. Quello che abbiamo raccolto è un risultato importante per un’iniziativa nata con poche risorse ma molta determinazione. La possibilità di donare per il nostro progetto resterà aperta: chi desidera contribuire a questo percorso potrà comunque continuare a farlo. Via quindi ai lavori per l’apertura di Casa Marcella: siamo prontə da tempo. Adesso ci sentiamo anche meno solə».

ufficio stampa: Cinzia Colosimo || 3474118980
Apriamo Casa Marcella: https://www.produzionidalbasso.com/project/apriamo-casa-marcella/
Instagram: https://www.instagram.com/casa_rifugio_marcella/


FUNDACIÓN MARCELO BURLON 

La Fondazione Marcelo Burlon è una fondazione senza fini di lucro che opera in Italia e all’estero e porta avanti attività culturali, benefiche e sociali, con l’obiettivo di promuovere l’integrazione sociale e il miglioramento della qualità della vita, la conservazione ed esposizione di opere d’arte moderne e contemporanee, l’organizzazione di eventi artistici, concerti per esaltare la diversità e la ricchezza dei linguaggi espressivi. La Fondazione inoltre si occupa della promozione, tutela e sostegno dei diritti umani, civili e politici delle persone e delle minoranze culturali e di genere, fornendo e producendo iniziative educative volte alla diffusione e alla conoscenza delle aree sottosviluppate e alla sensibilizzazione sulla ricchezza delle diverse culture autoctone.

CASA RIFUGIO MARCELLA DI FOLCO

Casa rifugio Marcella Di Folco è un progetto di struttura di accoglienza temporanea per persone che non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita e per questo sono vittime di discriminazioni e violenze. L’appartamento si trova in Toscana ed è stato assegnato dalla Regione Toscana all’associazione Consultorio Transgenere odv, a seguito di un bando pubblico. Potrà ospitare 6 persone, 8 al massimo in caso di emergenza, per un periodo di 6 mesi. Oltre al sostegno materiale, le persone saranno accompagnate ai servizi territoriali per la ricerca di un lavoro, l’orientamento professionale, l’accesso ai servizi sociali e sanitari. Il team, oltre alla ideatrice Regina Satariano, è composto da: Junio Aglioti Colombini, Cristina Canicatti, Cinzia Colosimo, Anna D’amaro, Luca Merano, Cristina Polimeno, Christian Petrini, Caterina Petitti, Fernanda Ponciano, Gianluca Sturmann, Mia Tarulli. 

Raccolta fondi Casa Marcella

 

 “Se ci troviamo ai margini, costrette in un angolo,
non è colpa nostra. 
È colpa della società civile 
che ci nega uno spazio di vita” – Marcella Di Folco

      

Continua la campagna di crowdfunding per Casa Marcella

Ancora due mesi per partecipare alla raccolta fondi e aprire la prima casa rifugio per persone trans* e non binarie 

 

18/08/01 TORRE DEL LAGO  – “Abbiamo deciso di posticipare la chiusura della campagna di crowdfunding su Produzioni dal basso: ancora due mesi quindi, per donare e far donare”. Annunciano così Regina Satariano, responsabile del Consultorio Transgenere di Torre del Lago e Mia Tarulli, portavoce del progetto Apriamo Casa Marcella. 

La prima casa rifugio per persone trans* e non binarie in Italia, è il progetto delle associazioni Consultorio Transgenere (Viareggio – LU) e Nelumbo (PI), dedicato alla memoria di Marcella Di Folco, attivista e politica trans, storica presidente del MIT (Movimento Identità Trans), scomparsa nel 2010. Un luogo di accoglienza temporanea per persone trans* e non-binarie, che non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita e per questo sono vittime di discriminazioni e violenze. 

L’appartamento si trova in Toscana ed è stato assegnato dalla Regione Toscana ed è stata assegnata al Consultorio Transgenere, con la partnership dell’Associazione Nelumbo, ma necessita di importanti lavori di ristrutturazione. Per finanziarli è stato avviato il crowdfunding: “In due mesi di attività sono stati raccolti oltre 12.000 euro, un risultato positivo ma purtroppo non sufficiente – aggiungono -. L’urgenza del progetto però non è venuta meno e per questo dobbiamo andare avanti. Si è creata inoltre attorno al progetto una comunità coinvolta e partecipe, costituita anche da persone giovani e giovanissime, che avrebbero bisogno già ora di spazi sicuri per abitare e vivere”. “Fino al 19 ottobre sarà possibile quindi continuare a donare dalla piattaforma. Prevediamo anche una serie di eventi in presenza, per raccogliere fondi che confluiranno nella campagna su Produzioni dal basso”. 

Cogliamo poi l’occasione per annunciare la collaborazione con Pinkriot Arcigay Pisa, una delle realtà associative più attive e riconosciute sul territorio per il mondo LGBTQIA+, da subito vicina al progetto di Casa Marcella. “Da anni c’è un rapporto di vicinanza e amicizia che ci lega”, spiega Regina Satariano, “sappiamo di poter condividere valori, obiettivi, esperienze. Questa nuova collaborazione su un progetto così importante è per noi una spinta a proseguire con ancora più impegno”. 

“Casa Marcella è un progetto tanto ambizioso quanto necessario” dichiara Junio Aglioti Colombini referente politiche trans* di Pinkriot Arcigay Pisa “le soluzioni abitative sono il primo passo per i percorsi di autonomia delle persone Trans* e non-binarie e purtroppo da anni siamo costrette a misurarci con gli strumenti limitati di un sistema che per noi non prevede progetti specifici di accoglienza. Casa Marcella è un primo, indispensabile, passo verso la piena cittadinanza di questa parte dell nostra comunità.”

 

Due mesi di campagna: una rete in espansione

In questi primi due mesi di campagna sono molte le realtà imprenditoriali e associative, singole professionist° che hanno deciso di devolvere parte o tutto il ricavato di alcuni loro prodotti e servizi, a Casa Marcella. Ricordiamo la casa editrice Edizioni Minoritarie, che ha recentemente pubblicato gli scritti e gli interventi di Sylvia Rivera e Marsha P. Johnson nel libro S.T.A.R. (Azione Travestite di Strada Rivoluzionarie). Il brand eclettico T-Squirt, che di mestiere si occupa di abbigliamento, accessori, culture e piaceri, ha creato la t-shirt e la borsa “Proud to be fabolous”. Ecco quindi Dreamer whale boxes, che realizza scatole a sorpresa per persone sognatrici amanti di libri e ha dedicato a Casa Marcella le “LoveSelf” box, ovvero le scatola di giugno. Ci sono poi le illustrazioni e i servizi professionali di Strasaffic_a e il webinar di Ashtanga Yoga a cura di Divine Van De Kamp. Infine, la designer Roberta Vita, ha disegnato per Casa Marcella una t-shirt e una borsa, in edizione limitata, con un originale e personale ritratto di Marcella Di Folco. 



—————–

Instagram: https://www.instagram.com/casa_rifugio_marcella/
Facebook: https://www.facebook.com/CasarifugioMarcellaDiFolco

contatti: Responsabile Consultorio Transgenere – Regina Satariano 337253346
portavoce e fundraiser: Ass. Nelumbo – Mia Tarulli 3247444083
ufficio stampa: Cinzia Colosimo 3474118980
Pinkriot Arcigay Pisa: Junio Aglioti Colombini