This must be the Queer vol.2

THIS MUST BE THE QUEER
la 3 giorni a tema Queer torna al CSB
Insieme a La Torre Storta // A Queer Festival e Pinkriot Arcigay Pisa e con la collaborazione di tant* amic* ecco a voi il programma dettagliato e ospiti:
****************************************************************
Dopo l’ampia partecipazione della scorsa edizione arriva a grande richiesta “This must be the queer Vol.2” per contaminare quante più persone e spazi possibile ed aggiungere un gamma di colori più ampia in questa città sempre più dominata da tinte monocromatiche.

Ciascuna giornata si articolerà in più fasi, favorendo la convergenza di aspetti divulgativi e ludico-ricreativi: dibattiti, proiezioni, cibo e tanta musica.

Venerdì 5 aprile
Ore 18:30 Inaugurazione mostra “Pisa79 – 30 anni dopo”: il primo periodo del Movimento Omosessuale italiano dal 1971 al 1982. Presenta Daniele Serra – Pinkriot Arcigay Pisa
Ore 20:00 Aperiqueer – aperitivo a tema queer con prelibatezze fatte in casa e Dj set a cura di Dj Ferio
Ore 21:30 Proiezione “The death and Life of Marsha P. Johnson”

Sabato 6 aprile
Ore 18:30 “Camp: riflessioni su una sensibilità sovversiva”ne discutono Fabio Cleto, Prof. Storia del Presente e Storia Culturale all’Università di Bergamo e Marialuisa Fonzie Fagiani, Sociologa Urbana.
Ore 20:00 Mostra Virtuale “Queer art from the World” a cura di Roberto Funai in contemporanea Aperiqueer – aperitivo a tema queer con prelibatezze fatte in casa
Ore 21:30 Queer Party – Dj set a cura di Dott. Larsen Vintage Trash

Domenica 7 aprile

Ore 18:30 “Queeronaute. Tute spaziali e scafandri glitterati: attraversare gli spazi disseminando queer.” con

  • Giulia Garofalo Geymonat (mamma frocia, attivista a e ricercatrice presso l’Università di Venezia),
  • Ethan Bonali (uomo trans non binario, Arcigay Palermo),
  • Alice Anna Kovalevska e Carlo Vessella (Macao Milano)
  • Rachel Tempesti (Gruppo Safe Space La Torre Storta)

introduce Junio Aglioti Colombini (Pinkriot Arcigay Pisa)


Ore 21:00 “Queeronaute – Open Reading”

CALL OPEN READING

Ogni giorno attraversiamo degli spazi: fisici, politici, mentali, relazionali, a volte con inconsapevoli transiti, altre volte con estenuanti traversate. Lo facciamo con il pensiero o con il corpo, equipaggiate delle nostre tute spaziali e dei nostri scafandri glitterati.

Chiediamo a chiunque ne abbia voglia di portare e leggere un testo (un estratto di un libro, un pezzo di un articolo, una poesia o qualsiasi altra forma di composizione di testo) che, secondo lei/lui/l*i racconti di questi attraversamenti e che stimoli una riflessione collettiva su come è possibile garantire e garantirci l’abbattimento delle barriere sessiste, xenofobe, omobitransfobiche, abiliste, classiste, razziste […] che popolano i nostri spazi, le nostre pratiche e noi stesse.

Se non puoi essere presente (o non hai voglia di leggere) puoi inviare un contributo a pinkriot@arcigaypisa.it

Pisa 1979-2009: 30 Anni dopo – Il Convegno

Un convegno ospitato dalla Biblioteca Comunale di Pisa sabato 28 novembre approfondirà il contesto storico della manifestazione di Pisa del 1979 e il cammino percorso dalla comunità LGBT italiana a 30 anni di distanza da quella prima “discesa in piazza”. Questo nel dettaglio il programma:

Inizio prima parte ore 11

  • Introduzione e saluto delle autorità
  • Gianni Rossi Barilli, giornalista, storico, direttore rivista PRIDE: “La rivoluzione vista da dietro. La prima fase del movimento gay in Italia”
  • Enrico Salvatori, Teche Rai (proiezione video): “Fuori dal Video. Il movimento Gay sul piccolo schermo (1972-1982)”
  • Nerina Milletti, giornalista, studiosa del movimento lesbico italiano: “Tra sorelle e tra fratelli: la soggettività lesbica nel movimento delle donne e nel movimento omosessuale degli anni Settanta”

Buffet

Inizio seconda parte ore 15

  • Francesco Gnerre, studioso di letteratura italiana, docente studi di genere Università di Roma “Tor Vergata”: “Eccentrici, neoplatonici e altri mascheramenti. La difficile elaborazione di una cultura gay in Italia”
  • Andrea Pini, giornalista, collaboratore rivista PRIDE: presentazione della video testimonianza di alcuni partecipanti alla marcia (Marilina Aschi, Ciro Cascina, Alessandro Chiti, Stefano D’Agnese, Giuseppe Fadda, Paolo Lambertini, Gigi Malaroda, Porpora Marcasciano, Sergio Pellegrini, Andrea Pini, Massimo Russo, Valerie Taccarelli)
  • Vittorio Lingiardi, docente di psicologia Università di Roma “La Sapienza”: “La tendenza invertita: da devianti a cittadini. Percorsi psicologici e sociali delle omosessualità nell’Italia degli ultimi trent’anni”
  • Stefano Rodotà, giurista, docente universitario: “I diritti delle persone omosessuali e la situazione attuale in Italia e in Europa”

In chiusura Performance teatrale di Ciro Cascina

Coordina LaKarl DuPigné

Pisa 1979-2009: 30 Anni dopo – La Mostra

copertina_mostra_pisa79Una mostra ospitata dalla Biblioteca Comunale di Pisa dal 25 al 28 novembre racconterà per immagini fotografiche e con la riproduzione di documenti e articoli giornalistici del tempo le giornate della marcia pisana, inserendole nel più ampio contesto della lotta per i diritti omosessuali nel nostro Paese dai suoi primi passi alla fine degli anni ’60 fino al 1982, anno della “presa del Cassero”.

 

Pisa 1979-2009: 30 Anni dopo

Locandina Pisa 79 . Trentennale Il 24 novembre 1979 le strade di Pisa furono percorse da un festoso corteo di omosessuali e transessuali provenienti da tutta Italia. Quel corteo, che colorò le vie del centro e si concluse con un grande girotondo attorno alla Torre fu la prima marcia nazionale, regolarmente autorizzata, contro la violenza sugli omosessuali, e per i loro diritti, in Italia.
E’ per celebrare il trentennale di quel primo corteo nazionale che Arcigay Pisa e il Comitato Pisa ’79 organizzano una mostra fotografica e di documentario, un convegno, e la serata di festeggiamenti!

L’evento è organizzato dal Comitato Pisa ’79 (composto da Alessandro Chiti – Pisa, Stefano Faralli – Arcigay Pisa, Enrico Giordani – Roma, Francesco Gnerre – Roma, Andrea Pini – Roma, Dario Ruisi – Arcigay – Pisa, Valérie Taccarelli – Movimento Identità Transessuale Bologna, Daniele Zaino – Circolo “Mario Mieli” Roma), nonché da Arcigay Pisa, Circolo Mario Mieli, MIT, con la collaborazione della Biblioteca Comunale di Pisa.
Mostra e convegno hanno ottenuto il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Pisa, Comune di Pisa e CESVOT.
“Pisa 1979-2009” è stato reso possibile dal prezioso sostegno di:
Unicoop Firenze (Sezione Soci Pisa), Colors, UHB, Mamamia, Gay.it, Skyline, AUT, Libreria Tra le righe, Pride, Clubbing, Arcigay.